Le diverse tecnologie applicate alle piastre per capelli

Le maggiori tecnologie alternative al calore di cui una piastra per capelli potrebbe essere fornita, sono illustrate in modo dettagliato sul sito www.guidapiastrapercapelli.it.

Le  varie tipologie di piastre.

Tra i tipi di piastra per capelli presenti sul mercato, la piastra a vapore rappresenta sicuramente una vera e propria innovazione nel settore della cura e della bellezza dei capelli per quanto riguarda il suo funzionamento, differente rispetto ai classici apparecchi. Essa ha in dotazione un serbatoio che va riempito d’acqua prima dell’uso, e che è importante per la creazione del vapore occorrente al funzionamento della piastra. A differenza delle altre piastre per capelli, la piastra a vapore è quella più delicata, perchè il vapore idrata, ma tende anche ad ammorbidire e lisciare a fondo i capelli. C’è comunque un limite, ed è rappresentato dal prezzo, che va a giustificare il suo uso quasi in via esclusiva nei saloni di bellezza, dunque, difficilmente si troverà negli ambienti domestici.
La piastra a raggi infrarossi, invece, ha in previsione un differente principio di riscaldamento a differenza delle comuni piastre, e quindi un differente modo di stirare i capelli, visto che questi ultimi vengono riscaldati, grazie luce infrarossa, dall’interno verso l’esterno, in modo da poter evitare che la chioma venga esposta eccessivamente al calore e molto a lungo. Pur garantendo una piega ed una stiratura che sia più durevole nel tempo, tale tecnologia incontra delle difficoltà ad esser seguita, perchè ci sono dei dubbi su delle ripercussioni che questa tipologia di riscaldamento potrebbe avere sulla salute del capello.
Inoltre, esiste la tecnologia agli ioni, tante piastre oggi sono presenti sul mercato avendo in dotazione il cosiddetto effetto ionizzante, che aiuta ad avere una stiratura migliore, per  avere capelli meno crespi ma al contempo maggiormente lucidi e setosi. Lo ionizzatore, difatti, è un dispositivo in grado di  poter emettere particelle negativamente cariche, la cui azione sui capelli sarebbe quella di renderli elettricamente meno carichi. Si tratta di apparecchi molto sofisticati, dunque dal relativo costo in genere di fascia media-alta oppure alta.

Ulteriore elemento importante nella scelta della piastra da comprare è la selezione della temperatura, tanto importante per poter preservare la salute del capello, e per avere l’acconciatura che maggiormente si desidera. La possibilità di poter impostare differenti temperature è utile pure quando si farà un uso condiviso della piastra e i tipi di capelli sono diversi o in presenza di chiome molto spesse oppure ricce e difficili da dover stirare.

Comments are closed